Pensilina per esterni: soluzione per difendere la casa da sole e pioggia

Installare pensiline per esterni e porte d’ingresso può rivelarsi una scelta saggia. Queste piccole tettoie infatti, non soltanto daranno un tono al tuo appartamento, ma ti permetteranno anche di evitare che una data porzione della tua proprietà esterna si bagni.

Siamo sicuri che alla prima pioggia torrenziale che ti vedrà impegnato a cercare di infilare le chiavi nella toppa dell’uscio di casa ti renderai conto di quanto una pensilina possa essere utile. Inoltre queste strutture permettono di proteggere gli infissi dalle intemperie, di evitare che sulle tue finestre arrivi troppo sole e così via.

Una curiosità: pare che la prima pensilina fu costruita nel 64 d.C. su richiesta di Nerone, proprio per proteggere le persone. Vediamo allora di conoscere un po’ meglio le pensiline, ausiliari architettonici provenienti da un passato ormai remoto.

Materiali della pensilina

Di solito, quando si costruisce una pensilina, si opta per il policarbonato. Questa soluzione incontra infatti le istanze di un grosso target di clientela: vale a dire la ricerca di semplicità ed il dispendio ridotto. Tale materiale, non a caso, sembra infatti aver soppiantato il vetro: più pesante, più vulnerabile e più costoso.

Tuttavia c’è anche chi preferisce comprare delle pensiline in ferro, oppure in plexiglass o ancora in legno opportunamente trattato per resistere anche in ambienti outdoor. Il primo di questi materiali però tende ad arrugginirsi ed è comunque sensibile all’azione degli agenti atmosferici.

Il secondo resiste invece ai raggi UV ed al fuoco, ma è lontano dall’essere qualificato come indistruttibile. L’ultimo infine è il compromesso perfetto tra solidità e versatilità. Se vuoi farti un’idea un po’ più chiara di come appaiano queste soluzioni, magari ti interessa anche valutarne la resa estetica, puoi vedere alcuni esempi a questa pagina.

Le caratteristiche delle pensiline

Normalmente la pensilina ha la forma di una lunga tettoia, ai cui lati è possibile trovare delle colonnine. In alcuni casi si tratta invece di un elemento aggettante dalla facciata dell’edificio. Chiaramente forma e lunghezza varieranno sempre in funzione delle esigenze dei clienti. Stesso discorso vale per il design.

Ma come scegliere una pensilina? Tranquillo: non si tratta di niente complicato, è importante però prestare attenzione ad alcuni piccoli particolari. Vediamoli insieme.

Prendere le misure

Ti sembrerà superfluo puntualizzarlo ma credici, non lo è. La prima cosa da fare quando si ha intenzione di comprare un simile accessorio è quella di prendere delle misure precise e di definire con attenzione la zona che si intende coprire e proteggere. Il rivenditore ti chiederà soprattutto le misure inerenti la larghezza del muro ospitante e la lunghezza della porta o della finestra che ti interessa corredare di pensilina.

Considera, relativamente a quest’ultimo parametro, che l’oggetto in esame non dovrà mai trovar posto troppo in alto rispetto alla porta o all’infisso. Ciò perché se così fosse la pioggia ti bagnerebbe comunque.

Attenzione poi ad un particolare: non sempre le pensiline possono essere installate a cuor leggero. Per evitare noie e problemi futuri ti consigliamo perciò di recarti negli uffici preposti del tuo comune di residenza in modo da conoscere tutti gli eventuali regolamenti locali relativi all’uso di simili accessori. Potrebbero infatti esserci delle limitazioni riguardanti ad esempio la metratura utilizzabile o potrebbe rivelarsi necessario ottenere prima dell’installazione tutta una serie di permessi municipali.

Scelta del colore

Chiaramente anche l’occhio vuole la sua parte e quindi sceglierai la tua pensilina tenendo conto pure del suo design e dei tuoi gusti in fatto di arredi ed edilizia. Sappi comunque che un modello trasparente, ad esempio, ben si adatta agli stili più classici e retrò.

Una variante opaca o satinata invece andrebbe accostata di preferenza ad appartamenti dalle linee moderne e minimaliste. Inoltre, elemento non certo trascurabile, quest’ultima categoria di prodotti sarebbe sicuramente più efficace nel caso in cui la pensilina servisse più che altro a proteggerti dal sole.

Vantaggi delle pensiline

Quali sono i benefici connessi alla scelta di installare una pensilina? Sicuramente ripararsi dalle intemperie: è ovvio e l’abbiamo già detto. Quello che non abbiamo detto è che la presenza di questo elemento può proteggere gli infissi dall’insistente azione degli agenti atmosferici i quali possono a loro volta scrostare o scolorire le vernici e persino rompere i vetri (pensa alle violenti grandinate che di tanto in tanto si abbattono sul nostro paese).

Durante la stagione calda invece, grazie alle pensiline, le pareti finiscono per riscaldarsi un po’ meno se esposte al sole. Pensa che questo oggetto, se installato al sud, farà sì che la tua casa sia il 65% meno calda di quanto non sarebbe diversamente. Collocando la pensilina ad ovest o ad est guadagneresti addirittura il 77% in più di frescura. Ciò ti permetterà di risparmiare un po’ sulla bolletta evitando magari di accendere i climatizzatori. Inoltre ti consentirà di compiere una scelta green che, allo stato attuale delle cose, sembra essere un elemento di una certa importanza.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi