Sirene antifurto da esterno: caratteristiche e guida alla scelta

Le sirene da esterno sono sistemi di sorveglianza utili ad evitare che qualcuno possa entrare nei luoghi in cui viviamo o lavoriamo. Un’effrazione, per quanto silenziosa, viene infatti sempre rilevata e comunicata, per mezzo di un segnale acustico poco ignorabile, tanto al vicinato quanto alle forze dell’ordine.

Al fastidioso rumore, pensato appositamente per creare stress a chi lo ascolta, viene spesso associato anche un insieme di luci lampeggianti dai colori molto intensi. L’utilizzo di tale espediente si è negli anni rivelato talmente efficace che alla sola vista dei dispositivi i ladri cambiano i loro progetti: da qui la diffusione anche di finte sirene.

Gli allarmi così congeniati sono pensati per salvaguardare un’unica struttura di dimensioni medie. Quando la propria casa o la propria fabbrica raggiungono superfici ragguardevoli sarà necessario quindi combinare l’azione di più allarmi.

Sirene da esterno: modelli e varianti

Lo si potrebbe anche pensare, ma in effetti non è così: le sirene esterne non sono tutte uguali. Una delle prime caratteristiche capaci di fare la differenza sta nei consumi collegati all’utilizzo di uno specifico prodotto. Se gli articoli più datati erano tutto fuorché poco dispendiosi da mantenere in funzione, i moderni impianti, fosse solo per l’impiego di luci led, sono senza dubbio da questo punto di vista meno costosi.

Quasi tutti i modelli ormai si avvalgono poi dell’autoalimentazione, sfruttano cioè l’energia ricavata da una batteria interna che garantisce il funzionamento del dispositivo anche in caso di assenza di corrente elettrica.

Le sirene più moderne hanno inoltre una sensibilità indiscutibilmente superiore rispetto ai modelli retrò, resistono meglio agli agenti atmosferici ed agli spruzzi e sono praticamente impossibili da danneggiare. Inoltre questa tipologia di allarmi è schermata da apposite gabbiette il cui pregio estetico è più o meno evidente a seconda dei casi. E’ sufficiente vedere questa pagina https://www.venitem.com/products/sirene-allarme-esterno per apprezzare il design e la bellezza raggiunta dalle sirene.

I colori scelti per il vetro, la plastica oppure ancora il policarbonato che ricopre i circuiti del sistema sono pensati per essere vivaci e facilmente visibili, ma anche per resistere allo scolorimento che deriva immancabilmente da una prolungata esposizione ai raggi UV. In alcuni casi infine le sirene sono corredate da allarmi antischiuma capaci di rendere ancora meno annientabile il sistema di sorveglianza.

Sirene da esterni: i costi

Partiamo dal presupposto che qualunque possa essere il costo di una sirena da esterno sarà sicuramente inferiore al valore materiale ed affettivo degli oggetti che teniamo in casa o in negozio. Detto ciò, è comunque vero che questi apparecchi non sempre sono economici. Del resto, quando si acquista un sistema di allarme, è bene non lesinare sulla qualità del prodotto e puntare su un top di gamma un po’ più costoso piuttosto che su un meno dispendioso apparecchio a mezzo servizio.

Un altro elemento da considerare è che per essere sicuri di potersi fidare del proprio allarme sarà necessario ingaggiare un installatore professionista (meglio evitare il fai da te ed i tecnici improvvisati).

Alla luce di tutte queste informazioni possiamo stimare il costo di una sirena civetta, quelle finte per intenderci, come pari a circa una decina di euro, montaggio incluso. I prodotti funzionanti invece hanno un prezzo che può andare dalla cinquantina di euro in su a cui poi dovremo aggiungere i costi per il montaggio.

Consigli utili

Abbiamo già detto che le sirene da esterni costituiscono un ottimo deterrente, ma perché non renderle ancora più scoraggianti agli occhi dei malintenzionati? Un buon suggerimento in tal senso è quello di associare all’allarme un combinatore telefonico.

Quando invece si vive in condominio e più di un utente ha installato una sirena di allarme, si consiglia di modulare diversamente i suoni in modo da rendere immediatamente riconoscibile l’attivazione del proprio sistema.

Attenzione inoltre alle lampade: in commercio esistono svariate tipologie di prodotti le quali si differenziano tra le altre cose per il ricorso a diverse tecnologie e colori.

Prima di acquistare un allarme poi sarebbe bene verificare quali siano le sue modalità di inserimento (spesso ciò sarà fattibile tramite appositi telecomandi) e se siano effettivamente compatibili con le nostre conoscenze tecniche.

Non è raro sentirsi chiedere di disattivare o rimodulare la propria sirena perché eccessivamente fastidiosa. I più determinati arrivano anche a minacciare delle denunce per disturbo della quiete pubblica. Ora, se è vero che un allarme può emettere un suono parecchio fastidioso è anche vero che ognuno ha diritto, a patto di non nuocere a terzi, di difendere come può sé stesso, i propri cari ed i propri averi. La legge ha quindi trovato una via di mezzo tra le esigenze dei possessori di sirene ed il vicinato: il dispositivo può essere azionato con funzione temporizzante. Questo significa che trascorsi tre minuti (in alcuni casi dieci) dovrà automaticamente andare in pausa. Inoltre il sistema può essere programmato per non suonare più di un certo numero di volte al giorno. Attenzione comunque ai regolamenti comunali in materia.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi