Controsoffitti in cartongesso: quali sono i vantaggi

I controsoffitti in cartongesso offrono un gran numero di vantaggi ed un’enorme possibilità di dar libero sfogo ad idee più o meno estrose. Rappresentanto una valida soluzione per porre in risalto e definire alcuni dettagli dell’arredamento di una casa.

Controsoffitti in cartongesso: perché utilizzarli?

I controsoffitti in cartongesso non sono soltanto delle strutture facilmente amovibili capaci di dare un tocco di personalità all’ambiente: sono sicuramente anche questo, ma non solo.

Essi infatti hanno chiaramente un valore decorativo: vengono impiegati non a caso per ricreare l’illusione di uno spazio caratterizzato da profondità diverse rispetto a quelle reali.

Possono definire diversi blocchi abitativi, creare motivi ornamentali ma, possono soprattutto rivelarsi fondamentali per nascondere piccoli e grandi inestetismi dei tetti o dei muri (si pensi alle muffe che, per quanto trattate, non c’è modo di debellare).

Il loro utilizzo permette anche di occultare la presenza di tubi appartenenti all’impianto idrico, elettrico o di climatizzazione, i cavi di antenne et similia.

I controsoffitti in cartongesso possono intervenire anche sull’illuminazione degli ambienti. In particolare in questi casi è possibile avvicinare le fonti di luce, incorporarle al soffitto utilizzando un buon numero di faretti e quindi amplificando le funzioni di un semplice lampadario. In ultimo svolgono anche la funzione di isolanti termici ed acustici.

Controsoffitti in cartongesso: aspetti negativi

Purtroppo tutto ha anche un rovescio della medaglia ed ai tanti aspetti positivi legati all’impiego di un controsoffitto in cartongesso si associano spesso anche alcuni svantaggi.

In particolare si segnala la quantità di tempo necessaria per realizzarli e, la riduzione delle altezze sfruttabili. Questo vuol dire dover acquistare mobili più bassi, cosa che nel caso degli armadi può rappresentare nelle abitazioni più piccole un problema.

Tuttavia, come riportato sul sito www.rifarecasa.com, una controsoffittatura può comportare un abbassamento del soffitto di appena una ventina di centimetri, ma si migliora l’isolamento termico e acustico, sopratutto se si vanno a ristrutturare costruzioni non recenti caratterizzate da altezze superiori a quelle di oggi.

Valore estetico

Come abbiamo già visto, i controsoffitti in cartongesso hanno un’utilità pratica, ma anche una funzione decorativa. A seconda dei casi, possono ridursi a semplici inserti capaci di ricreare dei disegni, delle trame o dei rilievi oppure ancora estendersi per tutta la superficie del tetto.

La loro funzione, oltre che ornamentale, può essere anche quella di correggere alcune piccole disarmonie architettoniche come ad esempio un’altezza sproporzionata del vano scala, oppure ancora, tramite l’uso di luci e colori, la valorizzazione di elementi di arredo o di piccole decorazioni edilizie.

L’illuminazione

Grazie ai controsoffitti è possibile giocare molto con l’illuminazione sino a creare degli effetti davvero scenografici o capaci in qualche modo di esaltare alcuni particolari d’arredo o architettonici.

Per ottenere ciò sarà comunque, a meno che non possediate una certa competenza in materia ed un discreto buon gusto, rivolgersi a professionisti del settore che individueranno la soluzione più adatta a ciascun appartamento.

Parecchio in voga attualmente sembra essere la gola luminosa capace di diffondere una luce omogenea e quasi tesa ad uno slancio verso l’alto che in qualche modo restituisce agli occhi di chi guarda un effetto luminoso alquanto particolare.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi