Cattedrale di Cristo Re a La Spezia

La cattedrale di Cristo Re di La Spezia è il più grande e significativo simbolo del cattolicesimo di tutta la diocesi che comprende oltre alla città anche Brugnato e Sarzana.

Questo imponente e maestoso edificio nacque sulla carta intorno alla fine degli anni Venti. Fu allora che venne ipotizzata la costruzione della cattedrale sulla spianata di un colle dove sorgeva il convento dei cappuccini, oggi Piazza Europa.

In realtà i lavori iniziarono soltanto negli anni Cinquanta e vi lavorarono diversi architetti. Gli interventi all’edificio si conclusero soltanto nel 1975 sotto la supervisione dell’architetto spezzino Cesare Gaelazzi. La nuova chiesa, finalmente pronta, fu consacrata e dedicata a Cristo Re dei Secoli.

L’architettura della cattedrale di La Spezia

La pianta della chiesa è circolare ed è la caratteristica principale che appare agli occhi una volta che ci si trova davanti. L’impatto visivo è infatti molto forte anche grazie al paramento esterno, dalla forma iperboloide a una sola falda.

Il sagrato è rivolto verso i monti ed è qui che ci sono tre portali d’accesso alla chiesa. Si tratta di una costruzione in cemento armato, molto basica, di colore bianco che spicca sul piazzale e sul giardino che la circonda.

L’interno è caratterizzato da un’aula unica a pianta centrale di dimensioni eccezionali. La chiesa può infatti ospitare fino a 2500 persone. La base circolare all’interno è evidenziata da 12 pilastri cilindrici in calcestruzzo armato, alti 8 metri e dal diametro di un metro.

Sono il supporto strutturale su cui poggia la copertura a tamburo che ha un peso di circa 2 mila tonnellate, realizzata in cemento armato con un diametro di 50 metri. Ogni pilastro rappresenta i 12 Apostoli e su di essi sono riportati i loro nomi.

Il luogo sacro prende luce naturale dalla copertura policroma della cupola centrale, dipinta dal pittore Magnani. E’ presente anche una vetrata a nastro lungo la fascia perimetrale che integra la luce proveniente dall’alto.

Nella cattedrale di Cristo Re è conservato un crocifisso ligneo del VXIII secolo, la Deposizione di Cristo di Angiolo del Santo in bronzo e la cattedra del Vescovo. Il battistero, il coro capitolare e le panche sono state realizzate su disegni dell’arch. Galeazzi. Sono opere della scultrice spezzina Lia Gisolini Godano sia il tabernacolo che l’ambone.

Nella parte sottostante la cattedrale c’è la cripta dove riposano i primi vescovi della diocesi e dove sono conservate le reliquie di San Venerio.

Foto copertina di Di Davide Papalini – Opera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi