Nel settore dell’edilizia e della costruzione un’interessante novità è quella del calcestruzzo cellulare. Questo materiale da costruzione, inventato e introdotto nel settore agli inizi del Novecento, dall’aspetto simile al polistirolo ma decisamente più resistente, si presenta in blocchi bianchi, lisci o con delle scanalature, una valida alternativa ad altri materiali per la costruzione di tramezzi. Conosciamolo meglio.

Il calcestruzzo cellulare

Come materiale da costruzione il calcestruzzo cellulare aerato è un particolare composto realizzato con una miscela di sabbia silicea, acqua, calce e cemento. A volte è conosciuto anche con il nome proprio delle aziende produttrici, come Gasbeton, Siporex, Ytong e Thermalite.

Il calcestruzzo cellulare nasce dalla volontà di realizzare un materiale che riprendesse i vantaggi tecnici del legno (capacità isolante, solidità e semplice di lavorazione), eliminando i difetti caratteristici, come la scarsa resistenza all’acqua e la combustibilità.

Sul mercato si trovano due varianti di calcestruzzo cellulare: i blocchi lisci e i blocchi e i blocchi con delle scanalature. Questa seconda variante è realizzata per agevolare la movimentazione all’interno dei cantieri e per facilitare l’incastro.

L’utilizzo di questo materiale presenta pregi e difetti. Vediamo nel dettaglio quali sono.

I pregi

Sono molti i pregi che il calcestruzzo cellulare offre, soprattutto in termini di proprietà fisiche. Nello specifico questo materiale è apprezzato e utilizzato in quanto è un ottimo isolante termico, è molto leggero (grazie ad una particolare struttura alveolare), è ignifugo, isola gli ambienti dai rumori esterni e, infine, garantisce un’apprezzabile permeabilità al vapore.

Inoltre nel settore dell’edilizia incide molto la grande lavorabilità di questo materiale. Similmente al legno, infatti, i blocchi di calcestruzzo cellulare possono essere tagliati utilizzando un segaccio. Per la posa si utilizzano, semplicemente, delle colle; nei blocchi ad incastro, invece, non occorre utilizzare alcun tipo di prodotto aggiuntivo.

Gli impieghi

Come si può facilmente intuire questo panorama di pregi permette grandi benefici, sia in termini di costi che di velocità nei lavori, sia per gli interventi di ristrutturazione che per le nuove costruzioni. I blocchi di calcestruzzo cellulare possono essere di qualsiasi dimensione, peso e forma e date le caratteristiche tecniche è possibile utilizzare questo materiale per realizzare caminetti, muretti divisori, tramezzi, scaffalature, librerie e cucine in muratura, grazie anche alla possibilità di realizzare finiture di qualsiasi tipo.

L’ultimo punto a favore del calcestruzzo cellulare è il costo. Mediamente il costo di blocchi da 10cm di spessore è di circa 10€ a metro quadro. Per il fai da te, invece, i blocchi da 250x600x100mm hanno un costo medio di circa 2€.

I difetti

Anche il calcestruzzo cellulare ha dei difetti. Principalmente il limite maggiore è costituito dalla friabilità di questo materiale. Per questo non possono essere forati per tasselli e chiodi, motivo che li rende inutilizzabili per reggere pensili, mensole, climatizzatori e altri elementi a muro. Allo stesso tempo a fronte di una grande resistenza a compressione il calcestruzzo cellulare è poco resistente al taglio. Altri difetti importanti sono costituiti dal rischio di formarsi di cavillature e crepe.

Fonte foto by Egerbyg A/S (https://privat.egerbyg.dk/gasbeton-vaeg/) [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia Commons.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi